Costituzione Comitato Covid-19 nell’ industria edile della Sardegna

Siglato il 15/6/2020, tra l’ANCE Sardegna Meridionale e la FENEAL-UIL delle Province di Cagliari e Sardegna Meridionale, la FILCA – CISL delle Province di Cagliari Carbonia Iglesias e Villacidro Sanluri, la FILLEA – CGIL delle Province di Cagliari Carbonia Iglesias e Villacidro Sanluri, l’accordo sulla Costituzione Comitato Covid-19.

In conformità a quanto stabilito dalla normativa vigente, viene costituito il Comitato Territoriale composto da ANCE, FENEAL, FILCA, FILLEA territoriali, CPT e RLST.
Al CPT di Cagliari e al RLST vengono attribuiti funzioni di supporto operativo del Comitato Territoriale al fine del contenimento della diffusione del covid-19 di cui al punto 10 del citato Protocollo Condiviso del 24/4/2020.
Il Comitato Territoriale, nella composizione di cui all’arti. 2, avrà il compito di:
– indirizzare l’applicazione e la verifica delle regole contenute nei citati Protocolli afferenti al settore edile;
– verificare in fase di assistenza eventuali necessità di specifiche attività formative, rivolte a imprese e lavoratori, sulle modalità di comportamento da tenere, per prevenire e contrastare il contagio da Covid-19, in cantiere e nel tragitto casa-lavoro, nonché sull’utilizzo dei dispositivi di protezione individuali (DPI).
Il Comitato territoriale interviene:
– su specifica richiesta dell’azienda nei casi in cui non sia stato costituito il Comitato Aziendale ai sensi del Protocollo nazionale citato in premessa, e quindi in assenza di RLS aziendale
– in tutti i casi in cui comunque un’impresa facente parte del sistema della bilateralità come sopra individuato per territori, ritenga di avvalersi del supporto in assistenza del Comitato territoriale.
Il Sistema SBC di Cagliari comunicherà a tutte le imprese rientranti nel proprio ambito territoriale di competenza, l’istituzione del Comitato Territoriale nonché il contenuto del presente Accordo e fornirà loro un indirizzo mail dedicato per tutte le eventuali comunicazioni in merito.
Il presente accordo avrà vigenza permanendo la validità delle intese nazionali da cui scaturisce sino alla data di validità del DPCM 26/4/2020, salvo aggiornamenti normativi e, in ogni caso cesserà, di aver efficacia al 31/7/2020.